“Medici in Prima Linea” è uno dei primi gruppi che ha praticato con successo le cure precoci, coordinandosi su Facebook.
Vai al gruppo Facebook

Il risultato del lavoro e confronto fra medici non solo italiani avviato da marzo 2020, ha prodotto un protocollo di riferimento “TERAPIA DOMICILIARE COVID-19” (TDC COVID-19) firmato inizialmente da 208 sanitari, oggi divenuti oltre 500. Viene qui pubblicato solo lo schema del protocollo per comprenderne l’impostazione, senza nome dei farmaci e posologia per evitare (come richiesto dai referenti del gruppo) “di innescare comportamenti impropri di auto-medicazione”. Al protocollo può accedere il medico di fiducia (e non necessariamente il medico di base) segnalato dal paziente. In che modo? “Potrete indicarci, anche nei commenti al post, l’indirizzo email e/o il cellulare dei vostri medici di famiglia, ai quali invieremo il TDC19, dopo averli coinvolti”, come ha spiegato l’avvocato Grimaldi su Facebok. Tale segnalazione può essere fatta da qualunque cittadino dopo essersi iscritto gratuitamente al Comitato postato su Facebook

Ecco, dunque, i criteri della “Terapia domiciliare Covid 19” (seguita dall’elenco dei primi 208 medici che l’hanno condivisa) che ho sintetizzato nel documento che segue. Vai al documento.