Medici FVG
SNAMID FVG 
Programma Scientifico
A cura di
Paolo Baron

NOVE  MESI DI COVID-19
STORIA,  STRATEGIE  DI  CONTENIMENTO,  PREVENZIONE E  CURA 
VERSO QUALE  FUTURO ?

On line 
Sul canale YOU TUBE MEDICI FVG/SNAMID FVG

PROGRAMMA 

Introduzione

  1. Presentazione del progetto 

Il 12 Febbraio del 2020 SNAMIDFVG organizza presso la sede dell’Ordine dei Medici di Udine una riunione sul Covid.19, epidemia di una nuova forma influenzale iniziata in Cina a fine dicembre 2019, ed è solo 11 giorni dopo che si ha il primo caso in Italia. Il 13 Marzo, sempre SNAMIDFVG,  tiene un webinar dedicato a questo tema  per una compagnia assicurativa descrivendo  la situazione che, solo  due giorni prima , l’11 marzo L’OMS, ha dichiarato come Pandemia. Inizia un periodo critico per l’ Italia, prima nazione dell’Ovest ad essere colpita, e duramente, dalla nuova influenza. I numeri dei contagiati e soprattutto dei morti si susseguono senza riuscire a capirne le ragioni. I medici di famiglia sono soli, senza protezioni, senza informazioni e senza formazione. Nasce così l’esigenza di parlarsi, di confrontarsi, di unirsi per capire cosa sta succedendo. WhatsApp è lo strumento ideale per poterlo fare rapidamente. Il 2 Aprile nasce “ medici comp FVG Covid-19” da una idea di Alessandro Fornasier, Gianfranco Orlando e Paolo Baron. Si valuta anche l’opportunità di dare subito inizio ad un ciclo di trasmissioni Webinar settimanali .Per non disperdere questa esperienza si ritiene opportuno aprire un canale YOU TUBE , appunto “ MEDICIFVG “, ed una pagina Face Book “ MEDICI FVG SNAMID FVG “ per poter disporre di una sorta di biblioteca on line, agile, sempre disponibile, in continuo aggiornamento, da consultare “ On demand “ . 

I fatti, le esperienze raccontate direttamente dai protagonisti, da chi ha vissuto in prima persona quanto è accaduto e quanto sta accadendo, ora  senza preconcetti, senza schieramenti né posizioni preconcette, semplicemente incontri tra professionisti della medicina appassionati di ciò che fanno, curiosi che  “ VOGLIONO  SAPERE “ che “ VOGLIONO  AGGIORNARSI “ e che utilizzano ora i “ social “, costretti , a questo nuovo modo di comunicare così diverso e lontano, ma così attuale e a noi ostico per molti versi, dai consueti e ormai lontani rituali.

Ringrazio anticipatamente quanti, e sono molti, hanno dato la loro disponibilità per la realizzazione di tutto questo

Grazie

  1. La musica

Da sempre la musica accompagna l‘uomo. La musica è ritmo e melodia e allo stesso tempo il ritmo, l’alternarsi del giorno e della  notte, è ciò che governa la nostra vita. La musica ci accompagna, ci allieta, scalda i nostri cuori, lenisce il dolore, stempera i ricordi e… ci fa ricordare. 

Una straordinaria ensemble composta dalle voci di Lucia Braga, soprano, Milena Ermacora, soprano,  Antonella Meridda, soprano, Gabriella Pellos, mezzo soprano, tutte artiste del coro del Teatro “ La fenice “ di Venezia assieme a  Camilla De Giovanni, violino,  Gianluca Micheloni, organo, Laura Pandolfo, arpa e Fabio Turchini attore, ci accompagna lungo tutto il percorso di questa LUNGA STORIA. Un insieme di sedici esecuzioni  compongono l’opera dal titolo  “ SARÀ TERSA OGNI LACRIMA” tratto dalla “ BALLATA DELLA SPERANZA” di Padre David Maria Turoldo.

Apre un canto interpretato da Antonella Meridda e Laura Pandolfi “NANA: DUÈRMETE NINO” di M. De Falla, tratto da Sette Canzoni Popolari Spagnole,  per soprano e arpa, dedicato a chi non c’è più, ma in particolare per ricordare Roberto Stella , primo medico a morire di Covid-19,  Medico di Famiglia a Busto Arsizio, Presidente dell’Ordine dei Medici ,Presidente dell’ Associazione Nazionale SNAMID con cui abbiamo collaborato per decenni.

  1. “Sarà tersa ogni lacrima”  (David Maria Turoldo) Sonate in memoria delle vittime della pandemia 
  1. M. De Falla, da Sette canzoni popolari spagnole, Nana: “Duèrmete niño, derme” Antonella Meridda soprano, Laura Pandolfo arpa
  2. G. F. Händel, Lascia ch’io pianga, trascrizione per arpa, Laura Pandolfo
  3. G. F. Händel, Passacaglia, Laura Pandolfo, arpa
  4. P. Hindemith, Sonata per arpa, 3° movimento, Laura Pandolfo
  5. R. Strauss, Opera 27, n.° 4, “Morgen!” Lucia Braga, soprano, Camilla De Giovanni, violino, Laura Pandolfo, arpa
  6. G. Fauré, Opera 23, n°1, “Les berceaux”,  Gabriella Pellos, mezzo soprano, Laura Pandolfo, arpa
  7. B. Britten, The Salley Gardens,  Milena Ermacora, soprano, Laura Pandolfo, arpa
  8. L. Delibes, da Lakmé, “Duetto dei fiori”, Lucia Braga, soprano, Gabriella Pellos, mezzo soprano, Laura Pandolfo, arpa
  9. G. Fauré, Opera n.7, n.°1 “Après un rêve”,  Gabriella Pellos, mezzo soprano, Laura Pandolfo, arpa
  10. Ballata della speranza, David Maria Turoldo lettura di Fabio Turchini, accompagnamento al pianoforte, Gianluca Micheloni
  11. J. Massenet, Thaïs, “Méditation”,  Camilla De Giovanni, violino, Laura Pandolfo, arpa
  12. C. Saint-Saëns, Ave Maria,  Milena Ermacora, soprano, Gabriella Pellos, mezzo soprano, Gianluca Micheloni, organo
  13. G. Bizet, Agnus Dei,  Antonella Meridda, soprano, Gianluca Micheloni, organo
  14. G.B. Pergolesi, da Stabat mater, “Quando corpus morietur. Amen”, Milena Ermacora, soprano, Gabriella Pellos, mezzo soprano, Lucia Braga, soprano, Antonella Meridda, soprano, Gianluca Micheloni, organo
  1. Verso quale futuro:  “ Nulla è perduto “ di Don Alessio Geretti

Don Alessio Geretti, Direttore e Curatore delle mostre d’arte organizzate a Illegio dal Comitato di San Floriano, ci rilascia l’intervento introduttivo del progetto direttamente dalla mostra di Illegio del 2020 dal titolo

“ Nulla è perduto “

  1. Il cambiamento  

Nella storia ci sono momenti così sconvolgenti ed  intensi nel loro verificarsi che, dal qual momento in avanti, nulla sarà mai come prima. Fiorenti attività chiudono, nuove opportunità si aprono. La necessità del sopravvivere sta nel capire, nel cogliere, nell’ attuare il cambiamento.

Michele Valerio Eupragma: Il Cambiamento

La storia

La storia delle  pandemia sono raccontate in modo approfondito, la Febbre Tifoide durante la guerra del Peloponneso nel 430 a.C, la peste di Giustiniano del 520 d.C., la Peste Antonina del 165-180 d.C., la peste nera del periodo 1346 -1353) e poi  la  spagnola, 1918-1919, l’ asiatica del 1957-1958, quella di Hong Kong, 1968-1969 , HIV/AIDS, dal 1981, fino a quella di oggi. Nelli-Elena Vanzan Marchini, Docente Universitaria, Storica e Scrittrice ci racconta come la Repubblica di Venezia affronta in modo  “ Innovativo e Moderno “ la peste del 1346

  1. La storia delle pandemia ed il loro contenimento Nelli-Elena Vanzan Marchini 

Ernesto Burgio, pediatra esperto in pandemia e di molte altre cose ancora illustra in modo brillante la storia delle pandemie recenti 

  1. Storia recente delle pandemie Ernesto Burgio link 

Epidemiologia

Professore Ordinario di Statistica Medica presso il Dipartimento di Statistica, Informatica e Applicazioni “G. Parenti” (disia) di Firenze illustra l’andamento epidemiologico della pandemia 

  1. Covid 19: Epidemiologia Annibale Biggeri

Le strategie per il Covid-19

Vengono illustrate le diverse strategie che sono state utilizzate durante la pandemia in luoghi diversi.

Il contenimento

  1. Metodo Crisanti ( Vo Euganeo ) link

Dai paesi “ abituati  ad avere stati pandemici ” possiamo apprendere  l’arte del contenimento, Cina Corea, e pochi altri Paesi hanno dimostrato la possibilità e capacità di frenare il dilagare del contagio grazie alla strategia del contenimento. A Pechino sono stati rapidamente isolati dodici dipartimenti e grazie a ciò in due settimane tutto si è fermato. 

Cosa è successo in Italia ? Sostanzialmente abbiamo quattro esempi da citare e raccontare. Il metodo Crisanti, il metodo Piacenza, il metodo Munda ed il metodo Lombardia.  

Il metodo Crisanti ha rappresentato la più rapida, efficace e brillante strategia di contenimento della diffusione pandemica in Italia.  Suggerita dal Prof. Andrea Crisanti dell’Università di Padova, e subito accolta ed attuata dal Governatore del Veneto Luca Zaia, dopo che Andrea Crisanti fa effettuare un  tampone per la ricerca del nuovo virus in un paziente ricoverato in condizioni critiche.

Nella notte intorno a Vo Euganeo viene  istituito un cordone sanitario, nessuno esce e nessuno entra e contemporaneamente viene protetto l’ Ospedale di Padova con la creazione di vie di accesso separate tra malati e malati o sospetti  covid-19. Ai sanitari vengono distribuiti i DPI e si istituisce la prassi del loro controllo sullo stato di immunità sottoponendoli ad un tampone ogni quindici giorni.

Nei giorni successivi ai cittadini di Vo Euganeo viene chiesto di sottoporsi volontariamente ad un tampone nasale per la ricerca del virus, cosa che viene ripetuta qualche settimana dopo. In questo modo è stato possibile rilevare gli asintomatici e l’evoluzione del contagio nel tempo.

LE CURE

Il linguaggio dello svelamento

  1. “ Del dubbio e della verità” Fabio Turchini Eupragma 
  1. Metodo Piacenza ( Luigi Cavanna )

“The Italian Doctor Flattening the Curve by Treating COVID-19 Patients in Their Homes” è il titolo dell’articolo in cui il Time parla del dottor Luigi Cavanna e del suo impegno casa per casa contro il coronavirus. Siamo in Provincia di Piacenza, vicino a Codogno, nel cuore della pandemia. Luigi Cavanna, professore di Oncologia e Gabriele Cremona,   avviano  questa iniziativa di cura casa per  casa. Si tratta di medici e infermieri, dotati di dispositivi di sicurezza e di un ecografo palmare, che visitano a casa persone positive o sospette positive e impostando rapidamente un trattamento farmacologico adeguato. Obiettivo di questa modalità operativa è: “ridurre la durata della malattia, alleggerire il pronto soccorso ed evitare i ricoveri ”.

  1. L’ esperienza di Selvino: Riccardo  Munda  ( Metodo Munda )

Riccardo Munda  è un giovane medico siciliano che da sette anni lavora come Medico di Famiglia “con incarico provvisorio” a Selvino, comune di 2000 abitanti posto sullo  spartiacque tra Val Brembana e Val Seriana del Comune di Nembro. Ci si arriva partendo da Bergamo e passando da Alzano Lombardo e Nembro, qui si sale in quota e si arriva sull’ altipiano a 1000 metri dove si trova Selvino. Ad inizio Febbraio il dr. Munda inizia ad avere tra i suoi pazienti stati febbrili e comparsa di manifestazioni respiratorie che all’esame clinico vengono diagnosticate come broncopolmoniti e che lui tratta con due antibiotici di diverso tipo in alcuni casi utilizzati anche a lungo. Ancora infatti non si sa della presenza in Italia del Coronavirus. Quando viene a saperlo acquista personalmente dei DPI e strumenti per sanificare abiti ed automobile e continua ad andare a visitare tutti i pazienti ammalati. Nessun suo paziente è stato ricoverato o è deceduto, mentre muoiono i pazienti degli altri medici. Un recentissimo studio epidemiologico con test sierologico sugli abitanti di Selvino ci dice che il del 56,4% degli abitanti è positivo e fa di Selvino il paese con il  più alto tasso di contagiati in val Seriana e probabilmente di tutta l‘Italia.

  1. L’esperienza della Casa di Cura Pineta del Carso ( Trieste): Dr Franco Crismancich Pneumolgo 

Franco Crismancich è il responsabile del reparto di riabilitazione Pneumolgica  della Casa di Cura Pineta del Carso di Aurisina ( Trieste). Anche il suo reparto viene travolto dalla prima ondata, non solo i pazienti ospiti ma anche 18 collaboratori risultano positivi al tampone che settimanalmente viene fatto a tutti i dipendenti della struttura. A 17 collaboratori viene consigliata l’ assunzione di 500 mg di azitromicina al giorno per sei giorni. Il 18° collaboratore decide di non assumere nulla in attesa di eseguire il tampone e, purtroppo per lui, verrà ricoverato in ospedale con i sintomi della polmonite intestiziale. Anche questa esperienza non è uno studio clinico randomizzato in doppio cieco secondo i crismi della EBM sta di fatto che 17 persone su 17 sono stati bene e non hanno sviluppato  alcuna malattia importante al contrario dell’unico che non ha assunto nulla.

  1. L’esperienza di Udine: Dr Amato De Monte ossigeno-ozono terapia 

Da più di 20 anni il Dr Amato De Monte utilizza l’ ossigeno-ozono sia in trattamenti locali che generali. Da qui l’idea di trattare i malati covid-19 in collaborazione con il reparto di infettivologia del Prof Carlo Tascini.

  1. L’esperienza di Reggio Calabria: Dr Pierpaolo Correale e dr Sebastiano Macheda : Adenosina per aereosol

Utilizza una sostanza che viene prodotta dal nostro organismo che ha il compito di bloccare l’ infiammazione acuta ed indurre la riparazione dei danni tissutali. L’intuizione di utilizzarla per aereosol è del direttore di anestesia e rianimazione dr Macheda 

  1. L’esperienza di Busto Arsizio: Dr Alberto Baroli il Trattamento precoce
  1. Alzano Lombardo,  Nembro,  Codogno: tutti sappiamo cosa è successo e perché. Purtroppo esempio di ciò che non va fatto in caso di eventi pandemici. Lo racconta una giornalista

Il distretto 

Mai come in questa situazione il DISTRETTO, importante nodo intermedio della sanità pubblica,  diventa cruciale se ben organizzato, strutturato, sostenuto nelle sue funzioni. Ascoltiamo la testimonianza della dottoressa Stell Silla che ha organizzato un eccellente punto prelievi in modalità “ drive in “.

  1. Covid 19: approccio integrato: organizzazione del Distretto Stel Silla 

LE USCA

Le squadre USCA  ( Unità Speciali di Continuità Assistenziale )  nascono in ottemperanza all’Articolo 8 del Decreto-Legge 9 Marzo 2020 n.14 (GU n.62 del 09/03/2020). Loro compito è andare a visitare a domicilio le persone ammalate di Covid-19 o sospette, avendo a disposizione i DPI che permette loro si svolgere questa mansione in totale sicurezza.

  1. Covid 19: i ragazzi delle USCA Giulia Battaglia; Francesca di Perugia

L’OSPEDALE

La porta di ingresso dell’ospedale deve essere il luogo più sicuro dove le persone ammalate possono arrivare. Il dr Mario Calci, responsabile del PS e della Medicina d’Urgenza dell’ OC di Udine ci illustra quali strategie ha adottato per questo scopo 

  1. Covid 19: PS e Medicina d’Urgenza Mario Calci 

MANIFESTAZIONI CLINICHE E PATOGENESI

La patogenesi e la clinica del covid-19: raffinata lezione cattedratica del Prof. Pierluigi Toniutto

  1. Covid-19: patogenesi e manifestazioni cliniche generali Pieluigi Toniutto 

Dal 23 febbraio i ricoveri ed i decessi si moltiplicano velocemente. Le persone muoiono senza che i medici riescano a capire quali possano essere le strategie terapeutiche adeguate. Il Dr Andrea Gianatti viene destinato ad un reparto Covid semintesivo dopo un breve corso. Comprende rapidamente che è molto meglio che lui torni a fare ciò che fa ogni giorno, l’anatomopatologo, per capire cosa succede ai pazienti deceduti specie a quelli più giovani: Il 13 marzo fa la prima autopsia e finalmente si comincia a comprendere ciò che accade e ad integrare i trattamenti farmacologici 

PERCHE SI MUORE DI COVID-19

  1. Covid 19: meccanismo patogenetico , referti autoptici Andrea Gianatti
  2. Covid 19: referti autoptici dalla Anatomia Patologia di Trieste Rossana Bussani

I BAMBINI

Il dr Gianfranco Trapani è un pediatra di Sanremo, autore di numerosi libri di carattere medico, esperto in nutrizione e medicine complementari nonché Direttore del Centro Studi  Alfred Nobel.

  1. Covid 19 in pediatria Gianfranco Trapani 

LA DIAGNOSI

  1. Covid 19: Il laboratorio tra tamponi e sierologia Prof. Maurizio Ruscio

L’ALIMENTAZIONE

  1. Covid 19:  Alimentazione e Covid 19: la dieta chetogenica ed il digiuno intermittente Fabio Burigana 

IL MICROBIOTA

  1. Covid 19: il microbiota orale, respiratorio, intestinale, Luciano Lozio 
  2. Covid 19: il viroma Luciano Lozio

LA BIOCHIMICA DEL COVID

Il Dr Fabrizio Alebardi, pediatra, ci racconta la biochimica di ciò che succede 

  1. Covid 19: la biochimica  

CONSEGUENZE PSICOLOGICHE , SOCIALI, ECONOMICHE 

LA SCUOLA

  1. Covid-19: la scuola: cosa è successo, come sarà Alessandra Vidal 

CONSEGUENZE PSICOLOGICHE

  1. Covid-19: conseguenze  psicologiche  Danilo Toneguzzi 
  2. Covid-19: prendersi cura di se  Alessandro d’Orlando

IMPLICAZIONI SOCIALI

  1. Covid-19: conseguenze sociali  Bruna De Marchi 

LA SCIENZA POST NORMALE

  1. La scienza post normale  Annibale Biggeri Silvio Funtowicz Mario Giampietro 

LA COMPLESSITÀ 

  1. Complessità e impatto sui sistemi alimentari Silvio Funtowicz Mario Giampietro
  2. PROF ALESSANDRO CAPUCCI “ RUOLO DELLE CURE PRECOCI A DOMICILIO “
  3. DR PUYA DHEGANI  “ PERSISTENZA DEGLI AC ANTI COVID-19 “
  4. DOTT. MARINA CAPASSO “ I NEUROPEPTIDI: IL COSTO BIOLOGICO DELLE EMOZIONI SULLA IMMUNOMODULAZIONE “
  5. DR MAURO GIACCA KING’S COLLEGE DI LONDRA

“ LA PANDEMIA , I TEST, IL DANNO, LE TERAPIE, I VACCINI “

ANNO 2021

GENNAIO

13 DR. FABIO BURIGANA 

     “ NUOVA VISIONE DEL RUOLO DEI MITOCONDRI “ 

20 PROF GIULIO TARRO INFETTIVOLOGO

     “ LA MIA STORIA CON I VIRUS” 

27 PROF PIERRE KORY FLCCC USA

     “ COVID-19 E IVERMECTINA “

27 DOTT.SSA MARIA GRAZIE BALDIN RESPONSABILE SERVIZIO DI CARDIOLOGIA

     O.C. PALMANOVA 

     “ I DANNI CARDIOVACOLARI DA COVID-19 “

31 PROFF CARLO TASCINI RESPONSABILE INFETIVOLOGIA UNIVERSITA’ DI UDINE

     “ COVID-19 STATO DELL’ARTE “

FEBBRAIO

03 DR ROBERETO COPETTI MEDICINA D ‘URGENZA

     “ RUOLO DELL’ ECOGRAFIA POLMONARE NELLA PANDEMIA COVID-19”

10 PROF LUCA DI TOMMASO HUMANITAS DI MILANO

     “ DA BLOSSOM A HERIETTA LACKS: FATTI E CURIOSITA’ DELLA STORIA DELLA 

     VACINAZIONE “

17 MARCO GERDOL RICERCATORE UNIVERSITA’ DI UDINE

     “ SARS-COV2 E VARIANTI EMERGENTI: SCENARI FUTURI E POSSIBILI IMPLICAZIONI 

     PER TERAPIE E VACCINI 2 “

24  ROBERTO MARTEGANI

     INFETTIVOLOGO BUSTO ARSIZIO

     “ VACCINI ANTI COVID-19: EVIDENZE SCIENTIFICHE E SUGGESTIONI FUTURE

26  PIERPAOLO CORREALE ONCOLOGO IMMUNOLOGO GOM DI REGGIO CALABRIA

      “CONFRONTO TRA I VACCINI DISPONIBILI “

MARZO

3    IN COLLABORAZIONE CON LA DELEGAZIONE REGIONALE DEI BIOLOGI DI PIEMONTE,        

        LIGURIA, VALLE D’AOSTA

      GEORGE ADRIAN CALIN

      “ ABOUT CHOMSY NON CODYNG PATTERNS AND CANCER”

10  DR ROBERTO TREVISAN RESPONSABILE PNEUMOLOGIA O.C. MONFALCONE

      “ COVID-19 E POLMONE “

17  MEDICI FVG

      CONTRFRONTO SU TERAPIA E TIMING DEI FARMACI

24   PIETRO LUIGI GARAVELLI

       DIRETTORE INFETTIVOLOGIA NOVARA

        “ COVID-19 TRA HCC E IVERMECTINA “

31  DR HERBERT RAINER  GASTROENTEROLOGO

     “ DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL COVID-19: IN PREVENZIONE, IN ACUTO E NELLA     

      SINDROME POST COVID-19 “

APRILE

6  SNAMI-SNAMID “ PRESENTAZIONE DATA BASE RACCOLTA DATI PAZIENTI COVID-19 “

DR PAOLO BARON E DR GIOVANNI CREMASCO 

7  IN COLLABORAZIONE CON LA DELEGAZIONE REGIONALE DEI BIOLOGI DI PIEMONTE,     

    LIGURIA, VALLE D’AOSTA

   PROF. ALESSIO NENCIONI UNIVERSITÀ DI GENOVA 

   “ LA PROMESSA  DELLA RESTRIZIONE DIETETICA NELLA PREVENZIONE DE NELLA TERAPIA DEI  TUMORI “

9  DR MAURO GIACCA 

    SALVARE I POLMONI PER SCONFIGGERE IL COVID

    LINK DA TRIESTE PUNTO FRANCO

13  PROF DAVID ALIMÌ 

      “ AURICOLTERAPIA NELLA SINDROME DEL COVID LUNGO: GENERALITÀ E CLINICA “


Come leggere al meglio il libro scaricandolo in formato PDF

Il formato PDF è il più diffuso, in quanto utilizzabile tramite il programma gratuito Adobe Acrobat Reader. Se non hai tale programma sul tuo dispositivo (computer, tablet, ecc.) scarica Adobe qui e poi salva il libro sul tuo dispositivo scaricando il PDF.

Come leggere il libro scaricandolo in formato Mobi

Il formato MOBI è un formato adatti agli eBook reader. Quelli gratuiti come ad esempio Calibre, FBReader, Mobipocket Reader o Mobi File Reader, ma anche commerciali come Kindle.