Diario ragionato della pandemia

Indice del libro

Prima parte

GENNAIO
Primo mese sprecato: gli “esperti” non colgono i segnali d’allarme

FEBBRAIO
In Italia rischio zero rassicurano gli “esperti”.
Primo errore : “E’ mancato l’identikit del virus”

MARZO
“Non è vero che il collasso del sistema sanitario era inevitabile”
Il ruolo della scienza: il caso Veneto
Coronavirus: più contagioso che letale. Ma il ritardo nelle cure lo rende MORTALE
Per spegnere i focolai: benzina al posto dell’acqua…”

APRILE
Per fortuna c’è chi ha disobbedito agli “scienziati” del Governo

MAGGIO
Se errare è umano, perseverare è … contagioso
Meglio una cura oggi o morire in attesa di un vaccino domani?
I retroscena di una “scienza” litigiosa
Meglio spalancare la porta, che guardare dal buco della serratura
Se errare è umano, continuare a perseverare … è sospetto

MAGGIO – Giugno
Il nuovo identikit del virus
1° / Il ruolo marginale delle terapie intensive
2° / Come risolvere la mancanza di tamponi
3°/ Strage RSA : non si risolve con le Procure, ma con le cure
4° / Nuovi lockdown: non servono. Già dopo 17 giorni sono inutili
5°/ “Il virus è nell’aria”: un titolo FALSO che ha fatto danni
6° / Che cosa significa veramente “convivere con il coronavirus”
7° / Quali sono i futuri scenari possibili
8° / Come prepararsi all’ Autunno
Affari all’ultimo sangue
… E pure Tarro querela il virologo super star

Un “Caronte” incapace di traghettarci fuori dall’emergenza
POST SCRIPTUM del 1 giugno

Seconda parte

Emergenza straordinaria o una storia che si ripete?
Introduzione alla SECONDA PARTE
L’emergenza colera e i depuratori “inquinanti”
Campi Flegrei: da patrimonio dell’umanità a set di “Gomorra”
L’emergenza rifiuti in Campania e i suoi “007”
A che serve il racconto di altre “emergenze”?

DICEMBRE 2020
L’ ”errore” non è più giustificabile …
La carta della fortuna arriva via Facebook
“HCQ”: storia di una molecola “scomoda”
La pandemia si poteva (e si può) bloccare. Ma…
Ecco che succede se la “scienza” mischia la lana con la seta
Ma il mondo reale “resisterà” a quello virtuale?
Che cosa emerge sotto la punta dell’iceberg
“NEGAZIONISTA” è chi NEGA le CURE
OMS: consapevole “foglia di fico” del Governo Italiano
Come cavalli legati alla sedia


Come leggere al meglio il libro scaricandolo in formato PDF

Il formato PDF è il più diffuso, in quanto utilizzabile tramite il programma gratuito Adobe Acrobat Reader. Se non hai tale programma sul tuo dispositivo (computer, tablet, ecc.) scarica Adobe qui e poi salva il libro sul tuo dispositivo scaricando il PDF.

Come leggere il libro scaricandolo in formato Mobi

Il formato MOBI è un formato adatti agli eBook reader. Quelli gratuiti come ad esempio Calibre, FBReader, Mobipocket Reader o Mobi File Reader, ma anche commerciali come Kindle.